Che cos'è l'industria Metalmeccanica

L'industria metalmeccanica rappresenta il più importante datore di lavoro in campo industriale.

Parliamo di un settore che nel nostro Paese fa la vera differenza, per il semplice fatto che occupa circa 1.600.000 addetti risultando il secondo in Europa dopo la sola Germania.

Davvero un gran bel numero, basta pensare che è un settore produttivo molto vario, comprende quindi comparti industriali relativamente eterogenei.

E’ un settore che negli ultimi anni ha manifestato che è fortemente in crescita, un settore con lunga tradizione e in buona salute.

Un grande settore che offre spazio sia a figure più Senior che a figure più Junior, dove si offre tanto spazio all’inserimento dei giovani all’interno di questo settore.

In questo grande comparto possiamo quindi distinguere diversi settori, che si dividono in:

-Generazione di macchinari complessi e attrezzature per industrie/stabilimenti produttivi;

-Produzione di piccoli/medi/grandi impianti industriali;

-Creazione di veicoli a motore (navi, aerei, treni, autoveicoli e motoveicoli, macchine agricole);

-Costruzione di utensili e attrezzature;

-Carpenteria metallica.

Quali D.P.I usare nell'industria metalmeccanica?

E' proprio in questo settore che è opportuna l’adozione dei Dispositivi di Protezione Individuale.

E' obbligatorio l'utilizzo di cuffie/auricolari dove le specifiche del prodotto devono essere studiate sulle caratteristiche del luogo dello svolgimento del lavoro per abbattere la quantità di decibel in eccesso rispetto ai valori definiti.

Anche per quanto riguarda il giusto utilizzo di guanti, il tipo di guanto varia settore a settore nell'industria metalmeccanica come per esempio anti-taglio, resistenza a sostanze acide e corrosive, o anche protezione da piccoli danni come schegge ma che, senza il corretto utilizzo del D.P.I , potrebbero creare danni gravi e azioni irritanti.

Esistono anche guanti che comprendono caratteristiche diverse, quindi aventi pluri- funzione che al lavoratore che svolge molti compiti diversi durante la giornata lavorativa, potrebbe far comodo garantendo un certo grado di protezione verso più agenti contemporaneamente.

Rimanendo nel mondo D.P.I è indispensabile adottare maschere, semi maschere e respiratori facciali.

La tipologia del dispositivi, va valutata e studiata sulla base delle considerazioni di rischio emerse in sede di lavoro e quindi valutazione.

Qual'è l'abbigliamento ideale per l'industria metalmeccanica?

Inoltre, è opportuno l'utilizzo dell'abbigliamento ignifugo in quelle attività in presenza di fiamme, in un ambiente di lavoro di alte temperature e lì dove vi sono presenti macchinari che durante la lavorazione producono scintille.

Parlando invece di un generale abbigliamento da lavoro in questo settore, è prevalentemente usato un abbigliamento di colore Grigio o Blue Navy.

Pensando alla stagione estiva, la composizione ideale dell'abbigliamento da lavoro è compresa in un kit di pantalone multitasche con rinforzo sulle ginocchia, t-shirt preferibilmente a girocollo ma anche a collo a V, se necessario è consigliabile anche un gilet estivo multitasche che potrebbe facilitare l’utilizzo di utensili .

Per concludere una scarpa S3 che rappresenta l'ideale per la resistenza avente un puntale di sicurezza che evita schiacciamenti alle dita e una suola antishock resistente a penetrazione di oggetti metallici.

L’importante ruolo svolto dalla detergenza

In questo settore molto importanti sono la carta, i detergenti e i disinfettanti;

La carta è un materiale igroscopico, essa è formata da materie prevalentemente vegetali e viene presentata nella forma di ottili fogli, quest’ultima inoltre è presente in multiuso con 800 o 2000 strappi, mentre il detergente è una qualsiasi sostanza o miscela, composta non per l’uso di pulizie del corpo ma per lo sgrassamento superfici sporche e un esempio ne sono i lavapavimenti. Infine i disinfettanti, ovvero un igienizzante, dalla parola stessa si può dedurre il suo scopo, ovvero quello di disinfettare e l’importanza di questo prodotto è la capacità di eliminare del tutto i microrganismi nocivi.

L’importanza dell'imballaggio nell'industria metalmeccanica

Inoltre molto importanti sono i prodotti per l’imballaggio, questi comprendono i nastri adesivi, nastri che si possono trovare in carta o in plastica e su di essi vengono praticate sostanze adesive (la maggior parte delle volte sono su un solo lato, parliamo di nastro biadesivo quando la sostanza è presente da entrambi i lati); il film estensibile, cioè una pellicola chiamata anche “strech”, fatta di plastica, ha la funzione di bloccare il materiale durante il trasporto; le scatole di cartone, queste variano di forma e misura, sono formata da due onde o un’ onda, le prime per prodotti con maggior peso e si presentano in modo più robusto e resistente, mentre le seconde con formati più piccoli e dunque pesi minori; e infine troviamo il pluriball, conosciuto anche come “gli scoppietti”, ha la funzione di proteggere il materiale e formare imballaggi ammortizzanti in modo tale da evitare rotture di quest’ultimi.