Cosa deve contenere un Kit pronto soccorso?

Il Decreto 388 del Ministero della Salute, impone l’obbligo di detenere all’interno del luogo di lavoro il Kit di pronto soccorso: bisogna considerare che anche il suo contenuto è soggetto a degli regolamentato dal Decreto e che, quindi, bisogna conoscerlo in maniera approfondita per sapere quali sono i materiali che bisogna avere.

 

Oltre al Decreto 388 del Ministero della Salute, del 15 Luglio 2003, anche l’art. 45 del D.Lgs. del 9 Aprile 2008 va ad imporre l’obbligo di avere a disposizione, all’interno del luogo di lavoro un kit di primo soccorso.

Anche in questo caso, però, viene specificato, in maniera dettagliata, quale è il contenuto che i Kit di pronto soccorso devono avere.

 

Per sapere quale kit di primo soccorso deve avere la tua Azienda, si deve far riferimento alla suddivisione in tre gruppi che ne fa il Decreto.

 

Le Aziende, cioè le unità produttive, vengono classificate tenendo conto di quali sono le attività svolte al loro interno, di quanti lavoratori ci operano e di quali sono i fattori di rischio.

I tre gruppi di classificazione delle Aziende sono:

 

·      Gruppo A

Fanno parte del Gruppo A:

 

1.      le Aziende o le unità produttive con attività industriali, le centrali termoelettriche, gli impianti e laboratori nucleari, i lavori in sotterranei, in fabbriche di esplosivi o munizioni;

2.     Le Aziende con oltre 5 lavoratori che appartengono ai gruppi tariffari dell’INAIL con un indice infortunistico che risulta superiore a 4;

3.     Le Aziende produttive con oltre cinque lavoratori del comparto agricoltura.

 

·      Gruppo B

Del gruppo B fanno parte tutte le Aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che non rientrano nel gruppo A.

·      Gruppo C

Fanno parte del gruppo C tutte le Aziende o unità produttive che hanno meno di tre lavoratori e che non rientrano nel gruppo A.

 

La responsabilità di predisporre la cassetta di primo soccorso, accertarsi del suo contenuto e mantenerne il controllo, spetta al Datore di Lavoro, una volta che ha individuato, con il medico competente, a quale gruppo appartiene la sua Azienda.

Il kit di pronto soccorso dovrà essere predisposto:

 

-       per le aziende che hanno più di tre lavoratori, la cassetta di pronto soccorso dovrà contenere la dotazione minima che è indicata nell’allegato 1 del Decreto, in ogni luogo di lavoro. La cassetta dovrà essere facilmente accessibile e custodita in modo adeguato. Il kit di primo soccorso dovrà anche essere ben visibile attraverso un’appropriata segnalazione che ne indichi la collocazione;

-       per le aziende che hanno meno di tre lavoratori, la cassetta di pronto soccorso dovrà contenere la dotazione minima che è indicata nell’allegato 2 del Decreto, in ogni luogo di lavoro. Anche in questo caso la cassetta di primo soccorso dovrà essere accessibile in modo facile e custodita adeguatamente, oltre che ad essere ben segnalata la sua collocazione.

Si noti che, nel caso in cui un lavoratore svolga la sua mansione in luoghi diversi da quelli della sede aziendale, sarà compito del Datore di Lavoro di dotarli di un pacchetto di medicazione, soprattutto sugli automezzi aziendali, per permettere di poter sempre accedere anche in luoghi mobili di lavoro, ai kit di primo soccorso.

 

Vediamo ora nello specifico cosa devono contenere le cassette di pronto soccorso delle Aziende del Gruppo A, B e C.

 

I kit di primo soccorso delle Aziende del gruppo A e B

 

Per le Aziende che appartengono ai gruppi A e B, l’allegato 1 del Decreto prevede che contengano:

1.      Guanti sterili monouso (5 paia);

2.     Flacone di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio da 1 litro (1);

3.     Flacone di soluzione fisiologica (sodio cloruro – 0,9%) da 500 ml (3);

4.     Compresse di garza sterile 10 X 10 in buste singole (10);

5.     Compresse di garza sterile 18 X 40 in buste singole (2);

6.     Pinzette da medicazione sterili monouso (2);

7.     Confezione di cotone idrofilo (1);

8.     Confezioni di cerotti di varie misure pronti all’uso (2);

9.     Rotoli di cerotto alto 2,5 cm (2);

10. Visiera paraschizzi;

11. Un paio di forbici;

12. Lacci emostatici (3);

13. Ghiaccio pronto uso (2);

14. Sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari (2);

15. Istruzioni sul modo di usare i presidi e prestare i primi soccorsi;

16. Teli sterili monouso (2);

17. Confezione di rete elastica di misura media (1);

18. Termometro.s

 

I kit di primo soccorso delle Aziende del gruppo A e B

Per le Aziende che appartengono al gruppo C, l’allegato 2 del Decreto prevede che contengano:

1.       Guanti sterili monouso (2 paia);

2.     Flacone di soluzione cutanea di iodopovidone al 10% di iodio da 125ml (1);

3.     Flaconi di soluzione fisiologica (sodio cloruro – 0,9%) da 250 ml (1);

4.     Compresse di garza sterile 10 X 10 in buste singole (3);

5.     Compresse di garza sterile 18 X 40 in buste singole (1) ;

6.     Pinzette da medicazione sterili monouso (1);

7.     Confezione di cotone idrofilo (1);

8.     Confezione di cerotti di varie misure pronti all’uso (1);

9.     Rotolo di cerotto alto 2,5 cm (1);

10.  Rotolo do benda orlata alta 10 cm (1);

11.  Un paio di forbici;

12.  Un laccio emostatico;

13.  Ghiaccio pronto uso (1);

14.  Sacchetti monouso per la raccolta di rifiuti sanitari (1);

15.  Istruzioni sul modo di usare i presidi suddetti e di prestare i primi soccorsi in attesa del servizio di emergenza.

 

 

 

Prodotto aggiunto alla lista dei desideri
Prodotto aggiunto per il confronto.

Un sito Web da te visitato può archiviare o recuperare informazioni tramite il tuo browser, principalmente sotto forma di "cookie". Queste informazioni, che potrebbero riguardare te, le tue preferenze o il tuo dispositivo internet (computer, tablet o dispositivo mobile), sono principalmente utilizzate per far funzionare il sito al meglio.